Canali

Pop Economy XL

Inchieste, approfondimenti, talk, reportage, ritratti e tutte le keyword dell’economia: se 2 minuti di PopEconomy non vi bastano più, eccovi la versione extra large da 720 secondi.

 

Mostra di più

I BTP SPIEGATI BENE

Nonostante l’incertezza politica in vista delle elezioni regionali in Calabria ed Emilia-Romagna, i BTP continuano ad essere gettonati sul mercato primario. In particolare, sulle lunghissime sca...

Guarda

STORIA DEL CONTRATTO PIÙ ANTICO DEL MONDO

Dalla poligamia alle unioni civili, Alex Gendler ci racconta tutto sul contratto tra persone più vecchio del mondo. Ecco un estratto del video:  “Molte cose sono state dette e scritt...

Guarda

UN PIANO PER RICICLARE L’IRRICICLABILE

TED - acronimo di Technology Entertainment Design -, è un brand di conferenze statunitense a cura dell’Organizzazione No Profit The Sapling Foundation. Gli speaker di Ted provengono dal m...

Guarda

L’ECONOMIA DEL DONO

Durante le vacanze, le persone di tutto il mondo faranno e riceveranno regali. Potreste ricevere un maglione da vostra zia, ma se invece di buttarlo nell’armadio vi presentaste alla porta del vo...

Guarda

CHE COS’È LA RECESSIONE?

Per millenni, in Gran Bretagna, il bronzo è stato usato per fabbricare attrezzi, gioielli e per una valuta di scambio, ma intorno all’800 A.C. tutto cambiò. Il bronzo perse valore ...

Guarda

LA RIVOLUZIONE DEI MAKERS ARRIVA A SCUOLA

Dalla bottega ai banchi di scuola. E non banchi qualunque, perché ci sono passati studenti che hanno ascoltato lezioni di designer, architetti e scultori del calibro di Bruno Munari, Gio Ponti ...

Guarda
THE SHOOTER: PATRIZIA LAQUIDARA
THE SHOOTER: PATRIZIA LAQUIDARA

Michele Monina intervista Patrizia Laquidara Patrizia Laquidara è un’artista totalmente indipendente, tanto che per la realizzazione del suo ultimo album ha optato per il crowdfunding: “All’inizio è stata una scelta difficile – racconta Patrizia - perché io questa modalità non la conoscevo e per me era una sorta di elemosina: voleva dire elemosinare qualcosa al pubblico. Dopo una profonda riflessione, ho capito che utilizzare il crowdfunding voleva dire non solo credere nel mio pubblico, riporre in lui fiducia, un modo per tastarlo, ma anche avere un rapporto diretto con lui. Questa modalità di finanziamento è perfetta per un'artista indipendente che vuol fargli arrivare un messaggio diretto”. Il disco precedente era in versione pre-streaming. Ora questa è la fonte principale di ascolto musicale e gli strumenti potrebbero anche non esserci perché sono tutti schiacciati: “Nel mio album – racconta Patrizia ci sono archi, cori, fiati e questo lo devo al produttore artistico Alfonso Santimona che ha messo molte delle sue idee”. Col suo album “C’è qui qualcosa che ti riguarda” Patrizia Laquidara è arrivata tra i 50 finalisti del Premio Tenco 2019: “È stata una delle cose più commoventi della mia carriera. Arrivare in maniera completamente indipendente senza nessuna struttura che mi appoggiasse è stata una cosa incredibile. Ricordo di aver pianto per 10 minuti. Viviamo in un mondo che tende a piallare, a semplificare e questo disco non è difficile, è solo complesso: finché non riconosciamo che la nostra stessa esistenza è complessa allora anche un disco così apparirà complesso. Sto notando che abituiamo il pubblico a un’offerta anche banale. Tra gli altri progetti, sto lavorando a un libro che sto finendo con molto ritardo, ma lo sto concludendo, finalmente, anche perché voglio dedicarmi alla creazione di un disco. Faccio molti live, ma sento l’esigenza creativa d'incidere”.

Torna su